Scozia, Edimburgo

SF

Il ricordo

  1. “Alla quarta pinta, amore per la Scozia. Alla quinta, anatemi per gli Inglesi. Solo alla sesta capimmo che il tizio era di Londra…”
  1. NOTTI: 3
  2. BUDGET: 350 €
  3. FATTO A: novembre
  4. DA: 4 girandoloni
  1. DESTINAZIONE
  2. Edimburgo
load map...

Volo Ryanair Roma Ciampino-Edimburgo alle 11,05. Arrivo alle 13,30 (ora scozzese). Costo A/R 101 €. I voli e i costi cambiano però, si sa...

Da Malpensa con easyJet partenza alle 9,10 e arrivo in Scozia alla 10,35. A/R 98 €.

Tre ore e mezzo di volo. All’aeroporto, prima dell’uscita, c’è l’ufficio cambio per le sterline. Cambiare in un’altra valuta non avrebbe senso del resto…

Appena fuori, c’è il bus n. 100 per il centro. È un bus a due piani; costa 7,50 £ A/R. se era a un piano solo costava lo stesso. Parte ogni quarto d’ora e ci mette mezz’ora per arrivare.

Seguendo i cartelli verdi “Edinburgh A 8”, il bus arriva in periferia e poi in centro. Case basse, mattoncini, tempo brutto fisso.

Domanda: “perché in Scozia c’è poco sole?”

Risposta: “perché in Mauritania non piove mai?”

La Scozia è parecchio a nord. Edimburgo è all’altezza della Norvegia e da che mondo è mondo la Norvegia non è famosa per le corse dei cammelli…

Per farla breve: chi va in Scozia per l’abbronzatura, può tranquillamente lasciare la crema solare a casa.

Conviene scendere a Princes street (le fermate sono indicate). È la via con la collina del castello sulla destra. Quando si arriva l’effetto è straordinario. È pieno centro storico.

Stando attenti ad attraversare (guidano a sinistra) si sale per Castel street. Dopo l’incrocio con George street, oltre la statua, al 38 c’è l’Edinburgh Townhouse.

http://budgetaccommodationedinburgh.co.uk/

edinburghtown@gmail.com

70 £ per una doppia con colazione. Nemmeno Sean Connery, abita così centrale. Hanno pochi posti però.

Edimbra, come la pronunciano gli indigeni, è una città meravigliosa. Tra le più belle d’Europa. Sembra sempre bagnata, pure se è asciutta; incastrata tra guglie e ardesia, pare uscita da un fumetto. Edimburgo è un campo di Subbuteo con guglie e torri nere sopra. Bella.

È qualcosa di più del Regno Unito classico: è Scozia.

Diciamo due cazzate, anche se le sanno tutti: la Scozia è parte del Regno Unito, con Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord. Pur fedeli alla Corona, gli Scozzesi hanno un rapporto difficile con gli Inglesi, soprattutto da quando lo Scottish National Party (in gaelico scozzese Pàrtaidh Nàiseanta na h-Alba) è diventato maggioranza. In programma c'è un referendum per l’indipendenza, caldeggiata anche dallo 007 Sean Connery. Più di lui nessuno è il simbolo dell’ambivalenza scozzese: agente segreto di Sua Maestà e sostenitore del separatismo scottish

Di Bed & Breakfast ce ne sono tanti, ma Edimburgo fra festival musicali, rugby e cazzi vari è molto turistica. Bisogna muoversi in anticipo. Qualora non ci fossero posti, ci sono il Melvin House hotel e il Thistle da segnalare.

85-90 £ per una doppia con finestre che guardano la collina del castello. Ci sono posti più economici della Scozia…

http://www.edinburghthistlehotel.com/

http://www.melvinhouse.co.uk/  (il sito ogni tanto sfarfalla…)

Stanno in Rothesay terrace. Da Princes street si torna indietro per Quensferry street fino ai giardini di Drumsheugh, tra case basse e scale d’accesso ai portoni inizio ’900.

In ogni caso a Princes street, a destra dell’hotel Balmoral (quello con la torre dell’orologio), c’è l’ufficio info turistico. Sta sotto il livello della strada.

Si trotterella per le vie medievali di Edimbra. Visita a Sygn in Charlotte lane, perpendicolare in basso di Princes street. È la via di fronte al Caledonian Backpackers (ostello molto conveniente). Dal B&B sono cinque minuti a piedi. Hamburger, patatine e birra con salse antifegato costano sulle 13 £.

Si dice che la cucina tradizionale scozzese non sia solo haggis, il piatto di Highlander (carne, rape e patate). Ci sarebbero zuppe, pesce, frutti di mare, cacciagione e le famose bistecche Aberdeen Angus

È vero, ma a tutto il 2014 la Scozia non ha ancora vinto il premio  Come se Magna Bene e nemmeno quello Cucina Variegata dell’Anno. Per dirla in breve, in Scozia, il cibo quotidiano non si differenza molto da quello inglese. Fish & chips o hamburger e patatine sono molto diffusi. Noi di girandoloni.com non vogliamo dire che si mangi di merda, però insomma…

Il bello delle culture popolari è proprio questo, però.

Giri in città e serata. Edimburgo è in salita se si guarda al Castello.

Si parte dal Blue Blazer al corner Spital street e Bread street. Un paio di pinte. 9 £.

Si continua per West Port e si arriva ad una piazza allungata: Grassmarket, piena di pub. Sulla salita a sinistra, Victoria street, c’è l’Espionage.

http://espionage007.co.uk/edinburgh/

Cinque piani fra bar e musica diversa. Prima di rompersi le palle, può essere una tappa. Per entrare spesso ci sono liste e cazzi vari però…

Poco oltre, al Cabaret Voltaire, ci sono studenti che ballano. Sta in Blair Street, traversa a sinistra di Cowgate, 300 metri dopo l’arco col ponte.

http://www.thecabaretvoltaire.com/

Fra una birra e l’altra la serata costa sulle 25 £.

Rientro. Con la mappa in mano è facile facile. Ma pure senza.

Dopo colazione giro per la Edimbra dei vicoli e salita al castello.

“Bello il Castello di Edimburgo, sembra di stare in Scozia…”

Infatti.

È ad alto rischio turistardi, ma ci sta. Costa 16 £ (sinceramente è un botto…). Dal B&B ci si arriva salendo per Castle e Johnston terrace, oltre la chiesa di St. Cuthbert.

I vicoli intorno sono spettacolari e sempre più panoramici, man mano che si sale.

Lungo le scale di Johnston terrace, di fronte alle cabine telefoniche, bisogna fare attenzione che si scivola.

L’Esplanade, il One O’clock Gun (spara tutti i giorni all’una; il cannone del Gianicolo a Roma invece a mezzogiorno…), l’Half Moon Battery, la Crown Square, la Crown Room… tutto molto bello. Meglio se non ci fossero turistardi.

Si esce per Lawnmarket fino alla Cattedrale di St. Giles, che sta a un attimo.  È molto Scozia, nothing to say…

Si continua a scendere per High street fino a Canongate e al Parlamento scozzese, che nel 1999 è stato riesumato dopo quasi trecento anni. In realtà ha potere legislativo per devoluzione del Parlamento di Londra. In altre parole… non conta un cazzo, ma ha un forte valore simbolico!

Il Parlamento sta in un edificio nuovo, brutto per dire brutto.

A mezzo metro dal Parlamento, dietro la Queen’s Gallery, c’è il Palazzo di Holyroodhouse. È l’antica residenza della Regina Maria Stuarda. 10 £ l’ingresso. L’inverno chiude alle 16,30.

Ricordiamo che Maria Stuarda fu decapitata da Elisabetta I nel 1587 benché fosse “Regina consacrata da Dio”.  Da Enrico VIII in poi divenne simbolo della controriforma e della cattolicità. La storia poi beffò Elisabetta I, che ebbe partita vinta ma nessun erede: fu così Giacomo, figlio di Maria Stuarda, a unire Scozia e Inghilterra. La vita della regina ha ispirato molta arte, tra cui la celebre opera lirica “Maria Stuarda” di Donizetti.

Pranzo salendo per Canongate alla Tolbooth Tavern. È quella a destra sotto l’edificio di pietra con l’orologio.

http://www.tolboothtavern.com/

Haggis e McEwans per 11 £. Soddisfazione massima con anziani del posto che guardano l’ippica o Heart of Midlothian-Hibernian (il derby di Edimburgo). Il mondo è ancora salvo finché vivono realtà simili.

Lungo la stessa via a sinistra ci sono negozi che vendono cazzate per turistardi. Un kilt buono per scherzare costa meno di 20 £.

Si rientra.

Cena da Indigo Yard in Charlotte Lane. Sta a fianco del Sygn. Carne grigliata, patate, intrugli e birra Innis & Gunn scozzese alla spina per 15 £.

Ha buona scelta di birre nazionali: Tennet’s, Slalom, St. Andrews, Caledonian, Belhaven, Edinburgh, McEwan’s, Gordon, Douglas, la più rara Traquair e molte altre. Di solito più scure e maltate delle cugine inglesi, risentono anch’esse della globalizzazione dei marchi. Qualcosa si salva ancora…

Dall’altra parte di Princes street, lato castello, si passa all’Half Way House. Sta sulla scalinata di Fleshmarket, a fianco del The City Art Center Café, su Market street, prima del ponte.

http://halfwayhouse-edinburgh.com/

10 £ in birre partono subito, scelte da una buona lista.

In George street al 125 c’è il Lulu, che ha un nome di merda, ma è ben frequentato. Usando un francesismo, parliamo di fica.

http://www.luluedinburgh.co.uk/

Altrimenti c’è l’Opal Lounge al civico 51. Molto frequentato da stronzetti e un po’ costoso. Un wiskey si può fare. Siamo su altre 10 £ (per approfondimenti sugli wiskey, rimandiamo al futuro, ad altri viaggi in Scozia).

http://www.opallounge.co.uk/

I pub a Edimburgo non mancano. Basta girare per il centro. Wiskey e birra si sovrappongono facilmente. Con 15 £ si va avanti a lungo. Si fraternizza facilmente.

Generalizzando, si può dire che gli Scozzesi sono molto diversi dagli Inglesi, con cui hanno un pessimo rapporto. Sono meno superbi, più aperti verso gli altri e generalmente più simpatici. Con gli Italiani hanno molta empatia.

L’ultimo giorno in giro. Colazione e poi tutti gli angoli che mancano fino a sera.

Chicca per pranzo con pesce locale a due lire.

http://www.mussel-inn.com/seafood-restaurant-edinburgh/

Sta in Rose street (“strit” per davvero), parallela fra Georges e Princes Street. Le cozze vanno forte, ma anche salmone e altro pesce.

16 £ il conto.

Passeggiata scozzese senza metà col fresco sulle guance e il tempo endemicamente brutto. Poi riposo e cena con haggis e patate da Royal McGregor. Fa anche dei menu standard e si riesce a spendere meno di 15 £, birra a parte. Sta in High street al 154, vicino alla Cattedrale di St Giles.

http://www.royalmcgregor.co.uk/

un Glengoyne invecchiato di 17 anni e uno Scapa d 16 chiudono i conti con altri 12 £.

(Per i ritardati: se non fosse ancora chiaro, £ è il simbolo delle sterline...)

Notte e sveglia prestissimo per Roma. Per Milano è più comoda.

Si rientra pensando di tornare e fare base per un allungo nella Scozia profonda.

Bus n.100 a ritroso. Mezz’ora per arrivare. Bisogna calcolare i tempi.

Il volo Ryanair delle 6,40 arrivo a Roma alle 10,50. Per Malpensa easyJet parte alle 11,05 e arriva alle 14,40.

Gli Scozzesi e la Scozia sono davvero belli. Belli e veri.

Aggiungi un commento