I libri del girandolone

Viaggio al termine della notte - Louis Ferdinand Céline

1 Settembre | In: I libri del girandolone
Tormento lungo spostamenti spazio temporali. L'angoscia del vedere e capire in una bolla di solitudine mentale. Mentre il mondo umile gira e si affanna. Nuova frontiera del linguaggio, coraggio, verità e distinzione. Anche se in movimento è un libro da leggere in una periferia urbana. 

Il manuale del Subbuteo

17 Novembre | Commenti 1 | In: I libri del girandolone
Riferimento unico per i nati negli anni '70 storditi e coccolati dalle sicurezze successive. Un ottimo sistema di ancoraggio nei momenti di smarrimento, quando il passato sembra più solido del futuro. Aiuta.

Ci salveranno le vecchie zie? - Leo Longanesi

2 Settembre | In: I libri del girandolone
Riflessione su ciò che ci sbrighiamo ad abbandonare, schiavi della foia del progresso. Un omaggio a Tina Pica e simili, ossatura di una società defunta senza eredi e sepolta in fretta. Amarissima e pungente, è una lettura da evitare prima di un ritorno in Italia. Meglio prima di rifugiarsi in un er...

Conquistadores, pirati, mercatanti - Carlo Maria Cipolla

2 Settembre | In: I libri del girandolone
Libello esilarante. Perfetto prima di arrivare nel Nuovo Mondo, magari a Sud. Perfetto anche in aereo verso qualunque altra parte. L'ironia al servizio della cultura e dell'informazione reale è da encomio vero. Sempre.

Racconti di Pietroburgo - Nikolaj Gogol

2 Settembre | In: I libri del girandolone
Vetrina magnifica di vita reale e fittizia. Che sia San Pietroburgo o un'altra Russia non è importante. La Prospettiva Nevskij è la pagina bianca di una straordinaria capacità espressiva. Da leggere in una città russa qualunque, nella calma di un appartamento.

La cronaca di Travnik - Ivo Andric

1 Settembre | In: I libri del girandolone
Un invito ad andare, cercare, capire. Un universo intero nella semplicità. Tutta la complessa bellezza dei Balcani nelle parole di luoghi remoti. Da spiluccare a Sarajevo o in una città comunque grande, prima di passare a Travnik.

La guerra delle Falkland - Alberto Caminiti

2 Settembre | In: I libri del girandolone
Buona base storica per chi volesse evitare Wikipedia, prima di partire per l'Argentina. Il titolo poteva omaggiare meglio le Malvinas, ma ci fanno caso in pochi.

Le avventure di Tom Sawyer - Mark Twain

17 Novembre | In: I libri del girandolone
Gioventù trasparente tra un fiume e incontri nuovi. La freschezza del tutto possibile rappresentato come fiaba innocente. Il libro è un impulso alla vita, all'ingenuità lontana da calcolo e malizie. La purezza non è mai stupidità.

Sandrino e il canto celestiale di Robert Plant - Andrea Demarchi

17 Novembre | In: I libri del girandolone
Parabola pulp, furiosamente anni '90. Un mix di nostalgia, slancio, follia, possibilità e noia. Da tenere presente come specchio narrativo, perfetto per accompagnare disorientamenti e prospettive nuove. Un film in un racconto.

Il Piccolo Principe - Antoine de Saint-Exupéry

2 Settembre | In: I libri del girandolone
La semplicità è la base di ogni cosa. Compagno di viaggio discreto a cui attingere davanti a ogni prova. Girando per la strada sarebbe magnifico averlo sempre a mente.

La steppa - Anton Cechov

1 Settembre | In: I libri del girandolone
L'osservazione nel movimento. Le infinite possibilità di apprendere intorno vedendo e ascolando. Silloge di emozioni personali e lezione di modernità assoluta. Libro evocativo, buono anche sull'areo prima di arrivare a Mosca.

I signori Golovlëv - Michail Saltykov-Scedrin

18 Novembre | In: I libri del girandolone
Da leggere nei pomeriggi d'inverno, tra un tè e una pioggia fitta oltre i vetri. L'epopea di una famiglia russa dell'800 tra eredità, soprusi e terremoti sociali. Una penetrazione forte nella società zarista, commovente per capacità espressiva e cadenza. Un altro vagone al treno di letteratura che testimonia...

Il fu Mattia Pascal - Luigi Pirandello

2 Settembre | Commenti 1 | In: I libri del girandolone
Dalle origini, fuga e nuova vita. Un'inventarsi quotidiano che angoscia e libera la mente insieme.  Ideale da rileggere in una Roma vuota, d'estate, prima di partire per ogni dove. Predispone per rinnovarsi, rimanendo in fondo ciò che si è. 

Un eroe del nostro tempo - M. Lermontov

25 Gennaio | In: I libri del girandolone
Una finestra sulla Russia imperiale di prima metà '800. Tra duelli e cittadine termali del sud, tra pensieri e spalline, scivola via fresco come un ruscello del Caucaso. Facile, breve e perfetto per conosere, curiosare, volare e rimanere sospesi in una fredda giornata invernale.

Lo straniero - Albert Camus

2 Settembre | In: I libri del girandolone
Sigarette e caldo, nell'estraneità rispetto al mondo. Per stabilire delle distanze tra sé e ogni contesto possibile è il trampolino ideale. Ottima base sentimentale prima di un viaggio solitario. Angosciante, cinico e molto francese.

Pagine